MYCOPLASMA PNEUMONIAE

E' responsabile di una comune forma di polmonite che colpisce in maniera privilegiata i bambini nella tarda infanzia ed i giovani adulti, in una fascia di età compresa tra i 5 ed i 35 anni, anche se le infezioni negli anziani non sono infrequenti. Si ritiene che M. pneumoniae sia responsabile del 40% delle polmoniti acquisite in comunità. L’infezione da M. PNEUMONIAE si propaga per contagio interumano, tramite goccioline di saliva in sospensione. Il microrganismo aderisce alle cilia ed ai microvilli delle cellule epiteliali bronchiali, causando ciliostasi e quindi desquamazione dell’epitelio con susseguente infiammazione e formazione di essudato. L’adesione avviene tramite una speciale proteina detta citoadesina o P1. Tale proteina è immunodominante e verso di essa si genera una imponente risposta immunitaria specifica.Dal momento che i sintomi della polmonite da M. PNEUMONIAE si sovrappongono a quelli di altre polmoniti batteriche e virali, la diagnosi clinica risulta difficoltosa mentre è molto importante giungere ad una diagnosi differenziale di laboratorio, che consenta di iniziare quanto prima una terapia antibiotica specifica.La sierologia gioca un ruolo fondamentale e le metodiche più utilizzate sono il test di fissazione del complemento (CFT) e l’ELISA. Nel CFT, un incremento di 4 volte del titolo anticorpale tra siero in fase acuta e in fase di convalescenza è considerato indicativo di infezione da M. PNEUMONIAE. Dato però che i sintomi si manifestano in maniera insidiosa e che il periodo di incubazione è relativamente lungo, i pazienti al momento dell’analisi possono avere già montato una risposta anticorpale per cui un titolo significativo (≥ 1:64) su di un singolo prelievo è suggestivo di infezione in corso.D’altro canto, la metodica ELISA consente di evidenziare le diverse classi anticorpali (IgG, IgM, IgA), che possono avere diversi significati clinici: ad esempio, le IgM sono prodotte soprattutto durante infezioni pediatriche, mentre le IgA sembrano essere un marcatore di infezione in atto negli adulti e negli anziani. DIESSE Diagnostica Senese SpA offre, nel conveniente formato Chorus, test in fissazione del complemento ed ELISA (fase solida costituita da antigene arricchito in citoadesina P1) per una diagnosi sierologica completa ed accurata di infezione da MYCOPLASMA PNEUMONIAE

Metodica:

Metodo immunoenzimatico per la determinazione qualitativa degli anticorpi IgG e IgM anti Mycoplasma nel siero umano.Il test è basato sul principio ELISA (Enzyme Linked ImmunoSorbent Assay).Il test ELISA sfrutta la reazione tra anticorpi presenti nel campione testato e l’antigene immobilizzato su fasi solide.Per incubazione con siero umano diluito le immunoglobuline specifiche si legano all'antigene.I risultati sono espressi in Index (OD campione/OD cut-off).

MYCOPLASMA PNEUMONIAE IgG

Sensibilizzato con Mycoplasma pneumoniae.

Kit per la determinazione degli anticorpi IgG anti-Mycoplasma pneumoniae nel siero umano.
Codice 91122
Quantità 96 det.
METODO ELISA indiretta
TIPOLOGIA Test qualitativo
SENSIBILITA' DIAGNOSTICA 100 % CI95%: 90.4 to 100
SPECIFICITA' DIAGNOSTICA 96.6 % CI95%: 82.8 to 99.4
TEMPO DI INCUBAZIONE 105 min
VALIDITA' 15 mesi dalla data di preparazione
TEMPERATURA DI CONSERVAZIONE 2°/8°C

Download

IFU

SDS

MYCOPLASMA PNEUMONIAE IgM

Sensibilizzato con antigene da Mycoplasma pneumoniae

Kit per la determinazione degli anticorpi IgM anti-Mycoplasma pneumoniae nel siero umano.
Codice 91123
Quantità 96 det.
METODO ELISA indiretta
TIPOLOGIA Test qualitativo
SENSIBILITA' DIAGNOSTICA 100% (CI95%: 70.1-100)
SPECIFICITA' DIAGNOSTICA 92.6% (CI95%: 83.9-96.8)
TEMPO DI INCUBAZIONE 105 min
VALIDITA' 15 mesi dalla data di preparazione
TEMPERATURA DI CONSERVAZIONE 2°/8°C

Download

IFU

SDS

CoA

Bibliografia

Serological diagnosis of Mycoplasma pneumoniae infection: a complicated puzzle